La storia dell’azienda affonda le sue radici a metà del 900. Nel 1958 Osvaldo Balbinot, capostipite della famiglia, avvia una piccola attività commerciale nel settore vitivinicolo aiutato dalla moglie Elsa e successivamente dal figlio Ernesto. E’ l’inizio di un sogno che ha percorso tre intere generazioni.

DA GRANDI UVE NASCONO GRANDI VINI Un territorio predisposto per natura e ricco di tradizione vitivinicola è in grado di donare condizioni ottimali per i vitigni; il sole, il vento e l’escursione termica contribuiscono a dare grappoli dorati alla Glera, il vitigno principe seguito da Verdiso, Manzoni e Marzemino.

La glera è un vitigno a bacca bianca, componente base del prosecco. Ha tralci color nocciola e produce grappoli grandi e lunghi, con acini giallo-dorati. Nella produzione del prosecco la glera costituisce almeno l’85% delle uve utilizzate.

Il termine Verdiso indica un vitigno ed il vino bianco a indicazione geografica tipica prodotto in Veneto nell’altamarca trevigiana. Il verdiso è un vitigno a bacca bianca autoctono coltivato nella provincia di Treviso, che rientra nel disciplinare di produzione del prosecco DOC e DOCG.

Un calice di vino può raccontare molte cose, come la storia di una famiglia legata a luoghi straordinari quali sono le colline del Prosecco Superiore.

OSVALDO BALBINOT