Quante volte, dopo aver assaggiato un vino, ci troviamo senza parole, impacciati nel tentativo di dare espressione alle nostre sensazioni, risvegliate da quel sorso. Spesso avvertiamo la parola proprio lì, “sulla punta della lingua”, quando cerchiamo i termini giusti per tradurre i sapori e gli odori riconosciuti, senza poi arrivare a pronunciarla. Non è facile quindi parlare di vino. E’ materia soggettiva poiché investe la sfera dei sensi e a volte il linguaggio può apparire troppo stretto per restituire le sollecitazioni, che quel vino ci ha trasmesso.

GUARDA IL NOSTRO CATALOGO